sabato 18 agosto 2012

Vaccini e Autismo: il segreto che non si dovrebbe conoscere

Riportiamo un ottimo articolo pubblicato da Milani Gabriele su Autismo e vaccini.
Secondo il Centers for Disease Control and Prevention [CDC], il numero di bambini con autismo negli Stati Uniti è aumentato del 78% nell’ultimo decennio. Ora 1 ogni 88 bambini negli Stati Uniti ha qualche forma di disturbo dello spettro autistico anche se l’evidenza conferma 1 ogni 29.
Le scuole americane [e non solo] sono assolutamente ricche di bambini con bisogni speciali e milioni di genitori stanno disperatamente cercando di capire perché così tanti bambini stanno manifestando questi gravi problemi dello sviluppo. Stranamente, i bambini autistici nascono perfettamente normali.... La maggior parte di loro si sviluppano bene per il primo anno o due di vita e poi succede qualcosa di drammatico. Cosa sarà mai?
C’è un segreto che non si dovrebbe conoscere. Quel segreto è che i vaccini sono la causa primaria dell’autismo.
Come è aumentato il numero dei vaccini somministrati ai nostri figli, così è aumentata la percentuale dei nostri bambini con autismo.
Oggi, in alcune zone degli Stati Uniti più di 30 vaccini vengono somministrati ai bambini prima dei 3 anni e anche l’Italia non smentisce questo trend col Piano Nazionale Vaccini 2012-2014 dove le “promozioni” sono più intense.
Quando si iniettano così tanti materiali tossici direttamente nel sangue dei bambini il cui sistema immnunitario è totalmente vulnerabile, qualcosa prima o poi accade. La prova che collega vaccini ed autismo continua a lievitare, malgrado le aziende farmaceutiche continuano a negare energicamente il nesso causale tra i due.
Ogni anno, ci sono migliaia e migliaia di genitori che portano il loro bambino perfettamente sano dal medico per la vaccinazione e poi finiscono per rammaricarsi profondamente di questa scelta. Poco dopo l’assunzione di così troppi vaccini, molti bambini si ammalano, smettono di parlare e non recuperano più. I genitori di questi bambini rimangono assolutamente devastati.
Se si avvia una ricerca su Internet è possibile trovare abbastanza testimonianze per tenere chiunque inchiodato alla sedia a leggere per giorni e giorni, da qui all’eternità. Una di queste è stata pubblicata recentemente anche da noi: Parla la mamma di una bambina autistica [parte prima ... e ... parte seconda].
Ma per l’istituzione farmaceutica, un collegamento tra vaccini e autismo non deve mai essere ammesso e arrivano addirittura a chiedere la chiusura dei siti che evidenziano questo scomodo nesso come sta accadendo recentemente in Gran Bretagna: una delle più assurde campagne contro la libertà di parola dei medici. Evidentemente in quel paese, dove ha sede il quartier generale della GlaxoSmithKline [l'Italia è stato il primo insediamento estero dell'azienda], deve essere ormai assimilabile al reato di omicidio esporre questa inconfutabile evidenza. Centinaia di miliardi di dollari e di euro di profitti sono in gioco, e le implicazioni giuridiche nell’ammettere che i vaccini causano l’autismo sarebbero assolutamente travolgenti: il recente caso di Rimini lo insegna.
Le grandi compagnie farmaceutiche mai, mai, mai, mai ammetteranno un collegamento. E poiché quelle aziende spendono anche miliardi di dollari e di euro in pubblicità sui media ufficiali, i media ufficiali non riporteranno mai neanche un collegamento. E’ tutta una questione di soldi.
Quindi i media ufficiali devono mostrare incredibile perplessità in merito a ciò che sta causando l’aumento drammatico di casi di autismo negli Stati Uniti e nel mondo.  E “aumento drammatico” è un eufemismo. Si sta facendo veramente difficile negare che è esplosa una epidemia di autismo, non solo in America.
Nel 2000 e nel 2002, la stima di autismo è stata di circa 1:150 bambini. Due anni più tardi 1: 125. Nel 2006, il numero era 1:110, e i dati più recenti – dal 2008 – suggeriscono che 1:88 bambini hanno autismo.
Che cosa sta causando tutto questo?
I media ufficiali fluttuano tra vari tipi di teorie bizzarre.
Un numero crescente di genitori negli Stati Uniti e in tutto il mondo sono giunti a una conclusione. Nonostante la travolgente propaganda sui media ufficiali che i vaccini non causano l’autismo, un sondaggio del 2010 ha dimostrato che uno ogni quattro genitori credono che i vaccini causano l’autismo.
Perchè sono così tanti i genitori che non ascoltano gli “esperti”? … Certamente è causa di quello che hanno visto e vivono nella vita reale. Tutto ciò è riportato da un recente articolo dell’Huffington Post
È un fatto che molti bambini con Disturbi dello Spettro Autistico sono regrediti da uno sviluppo normale appena ricevevano più vaccini a intervalli regolari. I funzionari della sanità dicono che la tempistica è completamente casuale.
La regressione di solito avviene tra i 12 e 24 mesi, anche se uno studio ha trovato che alcuni bambini mostrano segni dell’autismo all’inizio dei sei mesi, ma mai prima di quell’età.
Da sei mesi di età, la maggior parte dei bambini degli Stati Uniti ricevono circa 18 inoculazioni contenenti 24 vaccini contro nove malattie. Nei prossimi due anni, riceveranno altre nove iniezioni che contengono 14 vaccini contro 12 malattie.
Così, se un bambino regredisce a sei mesi o di 18 mesi, la tragedia accade durante un periodo di intensa vaccinazione. In molti casi, i genitori segnalano che il bambino ha avuto una reazione anomala dopo essere state vaccinato [convulsioni, febbre elevata, diarrea, letargia, pianti inconsolabili, urla acute o altri sintomi].
Se il vostro bambino smette di parlare nel giro di giorni [o persino di ore] dopo aver ricevuto un vaccino, come vi sentireste?
Le grandi aziende farmaceutiche hanno finanziato numerosi studi per cercare di dimostrare che non non c’è alcun legame tra vaccini e l’autismo, ma molti studi indipendenti contraddicono i risultati di questi studi aziendali finanziati. È riportato da un articolo del 2009 di Paul Joseph Watson
L’epidemiologo Tom Verstraeten e il Dr. Richard Johnston, immunologo e pediatra presso l’Università del Colorado, entrambi hanno concluso che il thimerosal è stato il responsabile per l’aumento drammatico nei casi di autismo, ma i risultati ottenuti sono stati respinti dal CDC.
I casi di autismo negli Stati Uniti ora sono aumentati di oltre il 2700% dal 1991, da quando hanno raddoppiato i vaccini per i bambini, e soltanto da quando è in aumento il numero delle vaccinazioni. 1 ogni 2.500 bambini sono stati diagnosticati con autismo prima del 1991, mentre ora 1 ogni 91 bambini ha la malattia, e 1 ogni 150 appena sei anni fa.
Cosa c’è di così dannoso nel thimerosal?
Il thimerosal contiene mercurio che è una delle sostanze più tossiche note all’umanità. Il mercurio ha dimostrato di nuocere gravemente allo sviluppo neurologico. Di seguito è quanto viene spiegato direttamente dal sito dell’EPA
Per feti, neonati e bambini, l’effetto primario sulla salute del metilmercurio è quello di un alterato sviluppo neurologico. L’esposizione al metilmercurio nel grembo materno, che può risultare dal consumo di pesce e crostacei che contengono il metilmercurio da parte della madre, può influire negativamente sulla crescita del cervello e del sistema nervoso di un bambino. Impatti sul pensiero cognitivo, memoria, attenzione, linguaggio e abilità motorie e abilità visuali spaziali sono stati osservati nei bambini esposti a metilmercurio nel grembo materno.
Perché nel mondo si vogliono pompare enormi quantità di composti tossici nel corpo dei nostri bambini quando i loro cervelli sono ancora in fase di sviluppo? … Tutto ciò è letteralmente folle!
Molti paesi in tutto il mondo hanno riconosciuto questo e hanno vietato il thimerosal nei vaccini. In Italia ci pensò l’allora Ministro della Salute Umberto Veronesi, salvo poi concedere nel 2003 la possibilità “sine die” [letteralmente senza fissare giorno di scadenza] di smaltire le scorte e non solo.
Ciò che segue è un estratto da un articolo di Dawn Prate
Nel 1977, uno studio russo ha comprovato che gli adulti esposti a ethylmercurio, la forma di mercurio che deriva dal thimerosal, subirono un danno cerebrale anni più tardi. Studi sull’avvelenamento da thimerosal descrivono anche necrosi tubulare e lesioni del sistema nervoso, tra cui ottundimento, coma e morte. Come risultato di questi risultati, la Russia ha bandito il thimerosal dai vaccini per bambini nel 1980. Danimarca, Austria, Gran Bretagna, Giappone e tutti i paesi scandinavi hanno vietato anche il conservante.
Perchè non è stato vietato negli Stati Uniti e in Italia è ancora presente in fiale e filiera produttiva?
E perché tanti genitori americani e italiani ancora permettono che tutto ciò sia iniettato a livelli elevati direttamente nel flusso sanguigno dei loro figli?
Ci sono migliaia e migliaia di genitori che sono disposti a testimoniare che non avrebbero mai permesso ai propri figli di essere vaccinati se potessero tornare indietro e farlo di nuovo, soprattutto se fossero stati informati.
Ma non sono solo i bambini piccoli che hanno avuto conseguenze avverse dai vaccini. Migliaia e migliaia di donne incinte hanno perso i loro bambini poco dopo l’assunzione di vaccini. Migliaia e migliaia di adulti sono diventati permanentemente disabili poco dopo l’assunzione di vaccini.
Se volete saperne di più, si possono trovare decine di storie dell’orrore, in merito ai danni da vaccino, qui [aborti dopo il vaccino H1N1] e qui.
Una volta capito che i vaccini possono provocare l’autismo, diventa molto più facile da trattare. Di seguito è una citazione del Dr. Russell Blaylock [dal quale ho ricavato l'articolo Alluminio e Vaccini: accoppiata devastante per il cervello]
Gli studi dei bambini autistici hanno dimostrato spesso livelli molto alti di mercurio, con nessuna altra fonte di esposizione se non i vaccini. Questi livelli sono uguali a quelli osservati negli adulti durante le esposizioni tossiche industriali. Varie cliniche di autismo hanno trovato notevoli miglioramenti nel comportamento e nelle interazioni sociali nei bambini dai quali il mercurio è stato chelato. I risultati dipendevano da quanto prima il mercurio veniva rimosso dopo esposizione, ma possono essere causati danni permanenti se il metallo non è chelato abbastanza presto. Eppure, anche nei casi di gravi danni, a causa della enormi capacità riparative del cervello infantile, sono possibili miglioramenti. Il problema dell’autismo coinvolge numerosi sistemi del corpo, compreso il tratto gastrointestinale, il sistema immunitario e il sistema nervoso; di conseguenza assistiamo a numerose infezioni e effetti amplificati della malnutrizione. Intrepidi lavoratori nell’ombra, che sono all’esterno dello stabilimento mediale, hanno prodotto molti miracoli con questi bambini utilizzando un approccio scientifico multidisciplinare completamente ignorato dall’ortodossia. Alcuni bambini hanno sperimentato anche un ritorno completo alla normalità fisiologica.
Così se il bambino ha l’autismo, non danno speranze.
Eppure, ci sono molte cose che si possono fare.
Purtroppo, le autorità sanitarie stanno rispondendo al movimento d’accusa diventando più severe che mai con i genitori.
Ad esempio, in tutti gli Stati Uniti i bambini che non hanno ricevuto tutti i vaccini “obbligatori” sono esclusi dalla scuola.
In alcuni casi, i bambini sono addirittura sottratti ai loro genitori per non averli vaccinati. In un caso recente, in Pennsylvania, un’assistente sociale ha confiscato un bambino neonato solo perché la madre non avrebbe dato il consenso alla vaccinazione.
Questa è follia completa e totale.
Perchè mai non dovrebbe essere garantito ai genitori il diritto di scegliere o meno se iniettare mercurio o altre sostanze tossiche ai loro bambini?
Perchè mai non dovrebbe essere garantito ai genitori il diritto di chiedere se è una buona idea iniettare nei bambini decine di vaccini prima dei 3 anni?
Ma questo non è il modo in cui funziona il nostro sistema. Le grandi compagnie farmaceutiche finanziano le campagne dei nostri politici, e quindi ottengono dai nostri politici la garanzia di prevaricare il nostro DIRITTO DI SCELTA affinchè noi assumiamo i loro vaccini.
Per saperne molto di più su tutto questo, consiglio un ottimo articolo intitolato “Autismo & Vaccini” di Barbara Loe Fisher [Presidente del National Vaccine Information Centre].
C’è così tanto che potrebbe essere scritto su questo argomento, e spero che anche questo articolo vi porterà alla comprensione della verità.
La chiave è quello di fare la vostra propria ricerca. Non ascoltate ciecamente le aziende farmaceutiche o chiunque altro parli a nome di esse.
Prima di decidere se vaccinare un bambino, educate voi stessi sui vaccini quanto più possibile!
Ancora una volta anche quest’anno, migliaia e migliaia di bambini diventeranno permanentemente disabili inutilmente.
Quanto dovrà ancora passare prima che a tutti noi sarà finalmente ammessa la verità?
Fronte Libero

Nessun commento:

Posta un commento